PRESENTAZIONE- "ho smesso di tremare" (il manuale)

VUOI SAPERNE DI PIU' ? CLICCA QUI



SAI GIA' TUTTO SUL POSITIVE SELF TALK ANTIPANICO E VUOI FRUIRNE RAPIDAMENTE ? CLICCA QUI



HAI VISITATO QUESTE PAGINE PER PURA CURIOSITA' ED ORA STAI PER USCIRNE?
NON FARLO PRIMA DI AVER GETTATO UNA OCCHIATAQUI!!


DUE PAROLE...TANTO PER ESSERE CHIARI (leggi)





Il Positive Self Talk Antipanico in TV

Attacchi di panico e ansia: Attenzione alle pagine Facebook che ne parlano,esse sono in mano ai "guru" della psichiatria e alle case farmaceutiche

Ogni qualvolta si tenti di allertare le persone riguardo le connivenze tra i detentori della "suprema conoscenza" (Psichiatri & Company) e le case farmaceutiche, che producono psicofarmaci per un giro d'affari di migliaia di miliardi di dollari, stranamente tali post tendono a scomparire...Sarà un caso? Anche stanotte un mio conoscente, ne ha scritto uno in una pagina di FB dedicata all'ansia, e stamattina "et voilà" come per magia, per l'ennesima volta è sparito!
Ciò che vale per queste sospette pagine di FB, lo è in egual misura anche per moltissimi altri siti e siterelli che infestano il web. Pensate solo per un momento, allo spam che può generere un singolo individuo, ed ora pensate a cosa può portare uno spam creato a tavolino da una lobby che può contare sul sostegno derivante da miliardi di dollari di capitali!

Quali buone nuove, tra l'altro ci portano queste pseudo-informazioni, che con qualche ricerca in internet non potremmo reperire anche noi? Chiuque, al giorno d'oggi, potrebbe spacciarsi per un eminente psichiatra, soltanto citando materiale, fonti, interviste e conferenze copia-incollato con qualche clik qua e la dalla rete. E allora, quale è l'apporto che questi sedicenti psicologi, psichiatri e neurologi che infestano letteralmente il web, danno in concreto? Quali sono le rivoluzionarie novità?
Io li paragono a quei saltimbanchi, che nel tardo medioevo scorrazzavano nei mercati rionali, spacciando ampolle piene di immondi intrugli, quali elisir di lunga vita.

Vi rendete conto, che ormai, a leggere i commenti su questi siti a cui ho fatto riferimento, sembra di assistere a delle conversazioni effettuate da tossicodipendenti, nelle quali si parla quasi esclusivamente di quante gocce di questo o quell'altro farmaco si assumono, o di quale iniezione pittosto di un altra è meglio somministrarsi, mentre tutti i commenti ed i post, tendenti a fornire un'alternativa, vengono sistematicamente coperti da altri commenti e post, che continuano a pubblicizzare esplicitamente e non l'uso di farmaci?

Io sono stato il primo, fra questi "tossicodipendenti" loro malgrado. Quello che c'è da dire, però, è che ho avuto il carattere, la determinazione o semplicemente la fortuna di rendermene conto per tempo.

Questa gente specula in maniera a dir poco sfacciata, sulle disgrazie delle persone, c'è un giro di interessi che fa paura!
Oltretutto, ansia e panico a parte, avete mai visto un paziente psichiatrico completamente guarito?

Io ne ho conosciuti migliaia di poveri diavoli (questo era parte del messaggio che quel mio conoscente ha scritto questa notte) e li ho visti più calmi, sedati, a volte più zombies che mai, ma mai e dico mai, ne ho visto uno che si possa definire "guarito"!!!

Detesto la categoria degli "intrallazzatori professionisti del cervello", perchè tentare è lecito ed encomiabile, ma la loro presunzione di poter gestire dominare una materia che è, e forse sarà sempre aldilà della loro portata, è mendace ed esecrabile.

La mia, contro questi loschi individui, è ormai una guerra aperta e dichiarata, una vera e propria crociata, e sfido chiunque di loro a controbattere le mie argomentazioni, senza ricorrere a citazioni o enunciazioni tratte da qualche ampolloso e spocchioso volume, cosa che ripeto potrebbe fare chiunque, ma in un confronto diretto su quelle che sono le "vere" sensazioni che si provano nell'aver avuto a che fare con i problemi reali. Sono sicuro che nessuno di essi raccoglierebbe il guanto di sfida, dal momento che intimamente sanno benissimo che si arrogano il diritto di pontificare su argomenti che conoscono solo dal di fuori, grazie alla "conoscenza" pervenutagli mediante i loro superficiali, quanto anacronistici meeting, e l'esperienza indiretta che noi gli comunichiamo.

Nessun commento:

Posta un commento