PRESENTAZIONE- "ho smesso di tremare" (il manuale)

VUOI SAPERNE DI PIU' ? CLICCA QUI



SAI GIA' TUTTO SUL POSITIVE SELF TALK ANTIPANICO E VUOI FRUIRNE RAPIDAMENTE ? CLICCA QUI



HAI VISITATO QUESTE PAGINE PER PURA CURIOSITA' ED ORA STAI PER USCIRNE?
NON FARLO PRIMA DI AVER GETTATO UNA OCCHIATAQUI!!


DUE PAROLE...TANTO PER ESSERE CHIARI (leggi)





Il Positive Self Talk Antipanico in TV

Attacchi di panico e ansia: Perchè ho scelto di chiamarli ADP e non DAP

In molti mi hanno chiesto perchè ho scelto di chiamarli ADP e non DAP, qualcuno pensava addirittura che non conoscessi l'acronimo con il quale essi vengono solitamente definiti. La mia invece è stata una scelta molto semplice. DAP significa disturbo da attacchi di panico e non potevo accettare che una tale, così invalidante situazione, venisse classificata come "disturbo". Chiunque abbia provato la sensazione d' ansia acuta che li caratterizza, sarà senz'altro d'accordo con me. Nell'introduzione al mio manuale dedicato alla lotta contro ansia attacchi di panico intitolato "ho smesso di tremare", ho fatto riferimento ad essi come ad un qualcosa di definitivo, forse sarebbe stato più corretto dire che, ciò che realmente potrebbe dirsi definitiva, è più che altro l'ansia generata dalla paura che un altro attacco di panico possa inaspettatamente sopraggiungere. Lo scopo che il manuale si ripropone di raggiungere, è quello di "scardinare" attraverso delle tecniche mentali e fisiche, nonchè dei ragionamenti mirati ed inoppugnabili, quella dualità, quel circolo vizioso che lega ansia panico. Quindi per tornare alla questione  DAP- ADP, ho scelto di utilizzare il secondo acronimo, per chiamarli esattamente con il loro vero nome, senza aggiungervi nessun aggettivo, coniato da persone che a che a mio avviso, sono le meno indicate a poter discutere sentenziare su tale questione. Sono del parere che, solo coloro che hanno provato a loro spese l'angoscia derivante da questi devastanti problemi, siano effettivamente in grado di poterne parlare con cognizione di causa. D'altronde per creare un parallelismo, come potrebbe parlare d'amore colui che in vita sua non ha mai amato?

Nessun commento:

Posta un commento