PRESENTAZIONE- "ho smesso di tremare" (il manuale)

VUOI SAPERNE DI PIU' ? CLICCA QUI



SAI GIA' TUTTO SUL POSITIVE SELF TALK ANTIPANICO E VUOI FRUIRNE RAPIDAMENTE ? CLICCA QUI



HAI VISITATO QUESTE PAGINE PER PURA CURIOSITA' ED ORA STAI PER USCIRNE?
NON FARLO PRIMA DI AVER GETTATO UNA OCCHIATAQUI!!


DUE PAROLE...TANTO PER ESSERE CHIARI (leggi)





Il Positive Self Talk Antipanico in TV

Attacchi di panico in macchina

Uno degli aspetti più invalidanti per chi soffre di attacchi di panico è senza ombra di dubbio, quello di vedere limitata la propria autonomia di movimento. 
Il sole, il troppo freddo, la troppa folla, gli spazi troppo aperti...tutti fattori che rendono un incubo espletare le più essenziali necessità quotidiane. Cosa ci sarebbe quindi di più utile del muoversi con la propria automobile? Aria condizionata all'occorrenza, musica per deliziarci l'anima, riscaldamento se necessario e una grande velocità che in caso di bisogno ci potrebbe condurre dove desideriamo essere, prima di qualsiasi altro mezzo di soccorso. 

Allora, cosa ti combina la subdola ansia che è sempre in agguato quando si tratta di rovinarci la vita? Ci confeziona su misura una nuova fissazione in grado di annientare il piacere e la comodità di questo ormai indispensabile mezzo di trasporto: Gli attacchi di panico alla guida. Una banale coda, l'attraversare una galleria, o una semplice corsa in autostrada, ci sembrano divenire ostacoli insormontabili. 
Quello che sarebbe opportuno fare in questi casi è concentrarsi sui vantaggi suddetti. Abbandonare l'auto, resa fresca o calda dal condizionatore, per proseguire a piedi in una giornata di calura estiva o di freddo intenso, sarebbe davvero la soluzione migliore? E' su punti come questi, che dovete interrogarvi, quando sentite di stare per cadere preda di una crisi di panico. Inoltre, è bene ricordare che l'automobile viene considerato uno "status" dell'individuo. 
Pensate davvero che presterebbero maggiore soccorso a una persona appiedata che si muove in stato confusionale, piuttosto che a qualcuno che chiedesse aiuto a bordo della propria auto?
Perchè vi dico questo, semplicemente per il fatto che gli attacchi di panico in automobile, gli attacchi di panico nei luoghi chiusi, gli attacchi di panico all'aperto, gli attacchi di panico tra la folla ecc. ecc. sono tutte facce della stessa medaglia, ovvero l'eterno bluff, che l'ansia perpetra ai danni della nostra stabilità emotiva in un susseguirsi di menzogne che essa ci sottopone in un beffardo gioco di fumo e specchi. 
A queste menzogne ed a questa continua instillazione di dubbi da parte sua, dobbiamo rispondere utilizzando una logica ferrea, in grado di sgretolare una per una le subdole trappole che essa ci propina.
Prendiamo dunque il coraggio a due mani, mettiamo in moto la nostra automobile e facciamo dapprima dei brevi giri, anche se questi fossero inizialmente circoscritti al nostro isolato, poi al quartiere e così via via aumentandone l'estensione a seconda della nostra ritrovata fiducia in noi stessi.
Ricordate sempre: L'ansia, così come tutte le paure in generale, si sconfigge solo combattendola, sfidandola a viso aperto e non chiudendosi in se stessi, perchè questo atteggiamento ci trasforma nelle sue vittime perfette, e noi questa soddisfazione non gliela vogliamo dare vero?

Affrontate l'ansia e gli attacchi di panico con il PST ( Positive-self-talk ) "specifico per il panico" esso vi aiuterà a tornare a vivere una vita degna di essere vissuta.

Nessun commento:

Posta un commento