PRESENTAZIONE- "ho smesso di tremare" (il manuale)

VUOI SAPERNE DI PIU' ? CLICCA QUI



SAI GIA' TUTTO SUL POSITIVE SELF TALK ANTIPANICO E VUOI FRUIRNE RAPIDAMENTE ? CLICCA QUI



HAI VISITATO QUESTE PAGINE PER PURA CURIOSITA' ED ORA STAI PER USCIRNE?
NON FARLO PRIMA DI AVER GETTATO UNA OCCHIATAQUI!!


DUE PAROLE...TANTO PER ESSERE CHIARI (leggi)





Il Positive Self Talk Antipanico in TV

Attacchi di panico: Positive Self Talk e Alexandre Simonet, un binomio divenuto un mito

Ci sono persone che hanno guadagnato grazie ai loro meriti, posti di rilievo nell'immaginario collettivo. Persone che pur non avendo scoperto la "fissione dell'atomo" o la "penicillina", sono riuscite grazie al loro intuito a risolvere problemi di grande interesse per alcune categorie umane, che proprio di tali intuizioni avevano bisogno. Quale fumatore desideroso di smettere di fumare non ha mai sentito parlare del metodo Carr? Chi di coloro che vittime dell'obesità, vogliano perdere i loro chili in eccesso, prima o poi non ricorrerà al metodo Dukan? Questi personaggi, anche se a volte discussi, sono entrati prepotentemente nella "leggenda", grazie all'enorme numero di persone che grazie ai loro metodi sono riuscite a cambiare la loro vita. Possiamo dire, tranquillamente, che Alexandre Simonet grazie al suo particolare Positive Self Talk, per quanto concerne gli attacchi di panico, è divenuto una vera e propria figura mitologica! Oggi, il Positive Self Talk Antipanico, ideato dal Simonet è divenuto sinonimo, di liberazione dalle crisi ansiose e dal DAP. Nel mondo, le persone che hanno offerto la loro testimonianza presso i centri di statistica che si occupano del settore e che si dichiarano guariti per mezzo di questo sistema sono all'incirca 135.000 e in questa cifra non sono ovviamente inclusi coloro che pur avendone tratto beneficio, non sono stati stimati. Oggi il Positive Self Talk Antipanico, viene considerata la terapia d'elezione nella lotta alle crisi di panico e questo sistema, trova sempre maggior impiego in decine di paesi nel mondo.

Nessun commento:

Posta un commento