PRESENTAZIONE- "ho smesso di tremare" (il manuale)

VUOI SAPERNE DI PIU' ? CLICCA QUI



SAI GIA' TUTTO SUL POSITIVE SELF TALK ANTIPANICO E VUOI FRUIRNE RAPIDAMENTE ? CLICCA QUI



HAI VISITATO QUESTE PAGINE PER PURA CURIOSITA' ED ORA STAI PER USCIRNE?
NON FARLO PRIMA DI AVER GETTATO UNA OCCHIATAQUI!!


DUE PAROLE...TANTO PER ESSERE CHIARI (leggi)





Il Positive Self Talk Antipanico in TV

L'amigdala mal funzionante causa gli attacchi di panico? Una bufala!!

Sapete perché a questa grossa dabbenaggine è stato dato tanto risalto? Armatevi di popcorn o patatine se preferite e sedetevi comodi che ve lo spiego. 

Avevo intenzione, dopo aver discusso l'argomento proprio oggi con alcuni miei colleghi, di scrivere un bell'articolo accademico al riguardo. e volevo farlo questa sera.
Dunque, armato di pazienza mi sono messo di nuovo a sfogliare vecchie fonti che trattavano l'argomento per un paio d'ore.
Più leggevo e più mi cadevano le braccia, e mi rendevo conto che non sarei riuscito a scrivere un articolo serio sulla base di tanta sciatta imprecisione e leggerezza che caratterizza le note scientifiche e gli articoli relativi a questa, che in altro modo non potrei definire se non alla stregua di una "leggenda metropolitana".

Tutti ormai sanno, ma forse è bene ripeterlo ogni tanto, che non esistono assolutamente le benché minime prove affinché si possa asserire che i cosiddetti disturbi psichiatrici, derivino da effettivi danni biologici. Nessuno è stato mai in grado di dimostrarlo scientificamente e gli psichiatri arrossiscono, quando gli si solleva con risolutezza e cognizione di causa questa verità.

Quindi che succede, ogni qualvolta un pinco pallino qualsiasi, si sveglia una mattina con una intuizione che confermi questa loro chiave di lettura, l'intera comunità degli strizzacervelli internazionali, si eccita allo stesso modo di come fecero gli studiosi della Bibbia, al ritrovamento dei rotoli del Mar Morto. Ogni teoria, che confermi la tesi che più gli sta a cuore, ovvero che metta in rilievo che il cervello di un soggetto affetto da disturbi psicologici, o psichiatrici possa essere anche solo lievemente danneggiato, li manda in visibilio. 

Eh già, perchè deve essere dura prescrivere in continuazione dei farmaci per curare organi sani!! I farmaci possono essere usati per curare patologie quali la meningite, ma in questi casi il danno biologico è accertato e nessuno ne metterebbe in discussione l'impiego.

Tornando dunque al "presunto" malfunzionamento dell' amigdala, non è neppure ben chiaro come esso sia stato rilevato. Infatti, come potreste constatare voi stessi effettuando qualche semplice ricerca, la maggior parte degli articoli che ne parlano, non ne fanno neppure riferimento, o se lo fanno il sistema impiegato per individuare tale disfunzione, non risulta mai essere il medesimo.

Comunque, per amore della discussione e per non emettere immediatamente una sentenza senza processo di appello ad un filo logico che per qualsiasi "mente pensante" potrebbe già concludersi qui, sorvoliamo e concediamo il beneficio del dubbio, facendo finta che invece ci abbiano convinti della veridicità delle loro asserzioni.

Ammesso dunque (ma non concesso), che questa amigdala ad un attento esame clinico risulti (infiammata?) iper stimolata durante una crisi di panico, cosa avrebbero scoperto di tanto clamoroso evidenziando ciò?

Il loro ragionamento equivarrebbe a dire che se qualcuno, picchiandosi un dito con il martello ne causasse l'arrossamento ed un relativo gonfiore, dovrebbe pensare che la causa di tale trauma andrebbe ricercata in qualche malfunzionamento del dito anziché semplicemente addossarla alla martellata!

Sembra un ragionamento contorto vero? Eppure è quello che questi "luminari" fanno. Questo è quello che loro chiamano metodo scientifico ed investigativo. Roba da non credere, ma andiamo avanti...

Tra le tante argomentazioni affrontate con leggerezza e vacuità da questi articoli, una cosa risulta ben chiara.
Sembra che per giungere a tali sconcertanti rivelazioni, questi signori si siano serviti di un numero imprecisato di volontari, ai quali per provocare delle reazioni di panico indotte è stata fatta respirare una miscela di aria e anidride carbonica (sempre per dimostrare che la fisica e la biologia c'entrino qualcosa) e che ciò abbia effettivamente indotto crisi, su almeno un paio di soggetti su dieci.

A questo punto, la mia mente è entrata in confusione ed è stato li che le mie braccia già cadenti a seguito della mole di assurdità assorbite, hanno toccato definitivamente il pavimento. Ma come, mi sono detto, non è appunto respirando una miscela di aria e anidride carbonica da un sacchetto, che fino al giorno prima questi stessi signori ci dicevano che le crisi di panico potevano essere allontanate nei momenti di estrema necessità e come primo ausilio?? Insomma signori...siate coerenti, mettetevi d'accordo!!!

Alla luce di queste mie considerazioni, sinceramente, permettereste a questi individui di mettere le mani sul vostro cervello? Io sicuramente no.

Immagino che siate già stanchi di leggere, e che abbiate finito la scorta di popcorn, ma lasciatemi fare un'ultima importante considerazione. Vorrei evitarla, perché con ciò che sto per dirvi mi sembra di "sparare sulla croce rossa" ma lo ritengo inevitabile.

Se con la terapia cognitiva e la terapia breve e strategica (vedete come sono neutrale oggi, non accenno neppure al mio metodo ma faccio un favore alla concorrenza) gli attacchi di panico possono essere sconfitti, come è possibile che ciò avvenga se questi dovessero essere imputabili ad un danno materiale di una parte del cervello?? Cosa fa la psicoterapia ripara le molecole o i tessuti danneggiati? Ma perché vogliono prenderci proprio per idioti? 

Termino con un consiglio, e ve lo do con il cuore. Se volete fare altri tentativi prima di affidarvi al Positive Self Talk Antipanico, provate pure a seguire i consigli di terapeuti che praticano la terapia cognitiva o la terapia breve, sempre che essi non la associno all'assunzione di psicofarmaci. Di tutte le categorie di speculatori, questi ultimi sono i meno peggio e qualche volta ottengono anche dei discreti risultati, ma con loro al massimo rischiate di farvi spillare un bel po di soldi o di continuare a soffrire con i vostri tremendi ma innocui attacchi di panico. Guardatevi bene però, ma molto molto bene, da tutta quell'altra serie di farabutti che tentano di indurvi a pensare che il vostro sia un malessere di natura fisiologica che non può essere curato se non con le loro psicodroghe, questi ultimi sono dei veri criminali e purtroppo molti di essi trovano ampio spazio nei talk show e sui media in generale.

Con affetto
Alexandre M. Simonet.

Nessun commento:

Posta un commento